Come cambiano i superbonus e i bonus edilizi nel 2024?

Scopri tutte le novità normative presentate nel webinar del 29 maggio 2024 e come queste influenzeranno i tuoi progetti edilizi.

Share your love

  • Introduzione dell'obbligo di fruizione in 10 anni per la detrazione al Superbonus e al bonus barriere architettoniche per le spese sostenute nel 2024 o successive.
  • Divieto di compensazione con il modello F24 per contributi previdenziali e assistenziali a partire dal 2025, per banche e assicurazioni.
  • Limitazione alla cessione del credito per le rate annuali successive alla prima per i contribuenti che hanno già utilizzato la prima annualità del Superbonus.

Oggi, 29 maggio 2024, si è tenuto un importante webinar organizzato da Informazione Fiscale e Finanza.tech, dedicato alle novità relative al Superbonus e ai bonus edilizi. L’evento, rivolto a imprese e professionisti, ha avuto l’obiettivo di aggiornare i partecipanti sulle ultime modifiche al quadro normativo delle agevolazioni edilizie, entrate in vigore dopo la pubblicazione della legge di conversione del decreto Superbonus (DL n. 39/2024) nella Gazzetta Ufficiale di ieri.

Il webinar, svoltosi dalle 15:00 alle 16:15, ha visto la partecipazione di relatori di spicco come Gerardo Forte, Business Developer del Gruppo Finanza.tech SpA SB, Danilo Loffredo, Business Manager del Gruppo Finanza.tech SpA SB, e Tommaso Gavi, giornalista di Informazione Fiscale. La partecipazione all’evento è stata gratuita, previa iscrizione attraverso una pagina di registrazione dedicata.

Le principali novità normative

Durante il webinar, sono state illustrate le numerose modifiche introdotte dalla legge di conversione del “decreto Superbonus” (DL n. 39/2024). Tra le novità più rilevanti, è stata sottolineata l’introduzione dell’obbligo di fruizione in 10 anni per la detrazione al Superbonus e al bonus barriere architettoniche, per le spese sostenute nel 2024 o negli anni successivi.

Inoltre, è stata introdotta una stretta per banche e assicurazioni: a partire dal 2025, sarà vietata la compensazione con il modello F24 per contributi previdenziali, assistenziali e premi per l’assicurazione contro infortuni sul lavoro e malattie professionali. Un’altra novità riguarda la limitazione alla cessione del credito per le rate annuali successive alla prima per i contribuenti che hanno già utilizzato la prima annualità del Superbonus.

La soluzione di Finanza.tech per la liquidazione dei crediti fiscali

Un focus particolare è stato dedicato alla presentazione delle potenzialità della soluzione di Finanza.tech per la liquidazione dei crediti fiscali. Questa soluzione permette alle imprese di ottenere una valutazione del credito in pochi istanti, basata sulla tipologia, sull’annualità e sulla somma. La soluzione garantisce rapidità ed efficacia, grazie alla competenza degli analisti e alla varietà di servizi a disposizione.

Oltre ai servizi di cessione del credito, Finanza.tech mette a disposizione delle aziende iscritte un ampio ventaglio di servizi finanziari, che possono essere di grande utilità per ottimizzare la gestione dei crediti fiscali e massimizzare i benefici delle agevolazioni edilizie.

Il futuro dei bonus edilizi

Il webinar ha anche esplorato il futuro dei bonus edilizi, con un’analisi delle novità in cantiere e delle possibili evoluzioni normative. Tra le modifiche più significative, è stata evidenziata la riduzione dell’aliquota di detrazione per le spese di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica, che passerà dal 36% al 30% per le spese sostenute dal 1° gennaio 2028 al 31 dicembre 2033.

Inoltre, è stato discusso il divieto di cessione delle rate residue di detrazione per il bonus edilizio, introdotto per limitare le frodi fiscali e garantire una gestione più sostenibile delle agevolazioni. Queste modifiche richiederanno una maggiore attenzione da parte dei contribuenti nella pianificazione degli investimenti e nella gestione delle detrazioni fiscali.

I nostri consigli

Per chi è interessato a partecipare occasionalmente a eventi formativi sul tema, consigliamo di iscriversi al prossimo webinar organizzato da Informazione Fiscale e Finanza.tech, che si terrà il 7 giugno 2024 e sarà dedicato alle novità sulla compilazione dei modelli Redditi PF 2024. Questo evento sarà particolarmente utile per aggiornarsi sulle ultime modifiche normative e per ottenere consigli pratici sulla gestione delle dichiarazioni fiscali.

Per gli appassionati e i professionisti del settore, suggeriamo di seguire anche il webinar del 30 maggio 2024, che tratterà delle novità sulle dichiarazioni dei redditi 2024, con un focus sulla Flat Tax incrementale e sul Concordato Preventivo biennale. Questo evento offrirà un’analisi approfondita delle nuove opportunità fiscali e delle strategie per ottimizzare i benefici delle agevolazioni.

In conclusione, il panorama delle agevolazioni edilizie è in continua evoluzione, e partecipare a eventi formativi come quelli organizzati da Informazione Fiscale e Finanza.tech è fondamentale per rimanere aggiornati e sfruttare al meglio le opportunità offerte dalle normative vigenti. Speriamo che queste informazioni vi siano state utili e vi invitiamo a riflettere sulle strategie migliori per ottimizzare i vostri investimenti nel settore edilizio. Buona pianificazione!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 174

4 Comments

  1. Non è solo una questione di regolamenti, ma di come vengono applicati. Ben venga la riduzione delle aliquote, ma serve chiarezza sui passaggi operativi per non creare ulteriori confusioni.

  2. Ottimo webinar, ma secondo me è importante che iniziamo a pensare a una maggiore trasparenza e controlli più efficienti. Più regole non significano sempre meno frodi.

  3. Ma dai, con tutte queste restrizioni diventa impossibile fare qualcosa di utile. Il Superbonus era già complicato, ora è un disastro! Chi ha tempo per seguire tutti questi cambiamenti?

  4. Interessante aggiornamento! Finalmente una scossa al settore edilizio. Ma perché non dare più respiro alle piccole imprese? Sti webinar alla fine parlano sempre alle grandi aziende…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *