5 motivi per cui il gelato fa bene alla salute: scopri la scienza dietro il gusto

Dal miglioramento dell'umore al potenziale utilizzo in terapie pediatriche, scopri come il gelato artigianale può rivoluzionare il nostro benessere.

Share your love

  • Il gelato stimola la produzione di serotonina, migliorando l'umore.
  • La corteccia orbitofrontale viene attivata dopo il primo assaggio di gelato, portando emozioni gioiose.
  • A Palermo, il workshop Nutrage ha dimostrato l'importanza del gelato nutraceutico.
  • Esperimenti con molecole antiossidanti naturali nel gelato mostrano potenziale terapeutico.
  • L'evento Journey in Italy ha presentato il gelato come protagonista dell'aperitivo, coinvolgendo i cinque sensi.

Il gelato è un dessert amato da molti, ma secondo ricerche scientifiche può avere effetti positivi sia a livello fisiologico che psicologico. Consumare gelato stimola la produzione di serotonina, migliorando l’umore. Uno studio dell’Institute of Psychiatry di Londra ha mostrato che il consumo di gelato attiva la corteccia orbitofrontale, responsabile delle emozioni gioiose, già dopo il primo assaggio.

Questo tema è stato affrontato a Palermo durante il primo workshop “Nutrage – Nutrizione, Alimentazione e Invecchiamento attivo” tenutosi dal 17 al 19 maggio. L’iniziativa è stata un’occasione per condividere e approfondire i primi risultati scientifici del progetto Nutrage. Tra i 200 ricercatori e studiosi presenti, Longarone Fiere Dolomiti ha avuto un ruolo di rilievo con il gelato artigianale, protagonista di uno speciale esperimento di misurazione delle reazioni cerebrali e cardiovascolari su un ristretto pubblico di consumatori.

La coppa di gelato, artigianale e gustosa, è stata preparata dall’Ice-Chef vegan Maurizio Valguarnera, esperto nel gelato nutraceutico e officinale. Il punto di partenza dell’esperimento ha visto come “cavie” il presidente di Longarone Fiere Dolomiti, Michele Dal Farra, e il coordinatore di Mig, Alessandro Piccinini. Alla coppa di gelato è stato aggiunto un particolare ingrediente: una molecola antiossidante naturale. Gli assaggiatori sono stati dotati di elettrodi per misurare le reazioni neurosensoriali, e i risultati saranno analizzati e presentati alla Mig 2024, il prossimo novembre.

Innovazione e sinergia tra scienza e aziende

Michele Dal Farra ha commentato: «La ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie e nuove conoscenze sono temi di primaria importanza per la fiera. Un mese fa abbiamo ospitato il Cnr alla Mig, per la prima volta nella storia della Mostra del gelato artigianale, dimostrando che si può parlare di scienza anche in ambiti apparentemente distanti. Longarone Fiere Dolomiti vuole essere una piattaforma per lo scambio di prodotti e servizi, sviluppare idee e progetti. Il gelato che aiuta la salute è un piccolo esempio di sinergie tra scienza, aziende e mondo fieristico.»

La frontiera successiva, introdotta a Palermo, è stata quella di inserire il gelato addizionato con molecole particolari tra le terapie per i reparti pediatrici. Il progetto Nutrage si occupa di sviluppare innovazioni e nuove tecnologie per affrontare la sfida del futuro: l’invecchiamento attivo in salute. Il progetto è focalizzato sull’alimentazione e il suo ruolo chiave nella prevenzione e nel ritardo dell’insorgenza delle principali patologie legate all’invecchiamento della popolazione.

L’approccio multidisciplinare è il punto di forza del progetto Nutrage, che intende sviluppare nuovi alimenti ad alto valore nutrizionale, regimi dietetici e programmi di nutrizione personalizzata, favorendo percorsi innovativi a supporto della salute, del benessere e della sicurezza delle persone fragili. Questo approccio è sposato e coltivato anche dalla fiera, come sottolineato da Dal Farra: «A Mig 2024 proporremo un match tra aziende e ricerca, con l’obiettivo di accompagnare il trasferimento tecnologico. Comunicare tra due mondi distanti, il laboratorio scientifico e le imprese, è fondamentale. L’innovazione, di cui le aziende italiane sono maestre, può dialogare con la ricerca e aprire nuove piste di lavoro.»

Il gelato nell’aperitivo: una nuova tendenza

Il gelato, noto come “il dolce freddo”, esce dall’ambito del dessert per entrare nell’area dell’aperitivo. È stato coprotagonista di “Journey in Italy”, una manifestazione dedicata al gusto del benessere, tenutasi il 27 maggio a Milano. La serata di “Journey in Italy” è stata un percorso sensoriale ed emozionale attraverso i cinque sensi e le cinque emozioni dell’Intelligenza Emotiva, con tre testimonial d’eccezione: lo chef Heinz Beck, lo chef Fatmata Binta della FAO UNWTO e il maestro gelatiere Luca Rizzardini.

Gli ospiti sono stati accolti con l’Acqua di Bene per Journey in Italy e sono stati guidati in un aperitivo inusuale, articolato in cinque isole tematiche dedicate alle cinque icone del gusto made in Italy: vino, caffè, pane, pasta e gelato. Ogni partecipante ha potuto scoprire i propri sensi e le cinque emozioni dell’Intelligenza Emotiva: felicità, sogno, condivisione, equilibrio ed empatia.

Il gelato, protagonista dell’evento, è stato preparato dal maestro gelatiere Luca Rizzardini, discendente di una famiglia di gelatieri impegnati dal 1891 nella valorizzazione di erbe e piante come l’asperula, il rododendro e il rabarbaro. «Il gelato artigianale è un elemento di qualità ed eccellenza che si sposa perfettamente con l’ora dell’aperitivo all’italiana», ha spiegato Alessandro Piccinini, responsabile della Mostra Internazionale del Gelato. «Il gelato rappresenta esperienze significative e momenti “piacevoli” impressi nella memoria, un percorso degustativo che coinvolge tutti e cinque i sensi.»

Il ruolo delle fiere e degli eventi nel promuovere il gelato

Le fiere e gli eventi giocano un ruolo fondamentale nel promuovere il gelato artigianale e le sue innovazioni. La Mostra Internazionale del Gelato (Mig) di Longarone Fiere Dolomiti è uno degli appuntamenti più importanti del settore, dove si incontrano produttori, ricercatori e appassionati per condividere le ultime novità e tendenze.

Eventi come “Journey in Italy” e workshop scientifici come “Nutrage” dimostrano come il gelato possa essere un veicolo per la promozione della salute e del benessere, oltre che un elemento di piacere e convivialità. La collaborazione tra scienza e industria è essenziale per sviluppare nuovi prodotti e tecnologie che possano migliorare la qualità della vita delle persone.

Il Cnr sta attualmente lavorando per selezionare, tra una trentina di soluzioni innovative presentate a Palermo, quelle più interessanti e specifiche per il settore dei prodotti per gelato. Questo processo di selezione e trasferimento tecnologico è fondamentale per portare sul mercato prodotti innovativi e di alta qualità.

I nostri consigli

Per chi è interessato a scoprire di più sul mondo del gelato e le sue innovazioni, consigliamo di partecipare alla Mig 2024 a Longarone. Questo evento è un’occasione unica per vedere da vicino le ultime novità del settore e partecipare a workshop e seminari con esperti del settore.

Per i partecipanti occasionali, consigliamo di visitare eventi come “Journey in Italy”, dove è possibile vivere un’esperienza sensoriale completa e scoprire come il gelato possa essere integrato in momenti di convivialità come l’aperitivo.

Per gli appassionati, suggeriamo di seguire le attività del progetto Nutrage e di partecipare ai workshop scientifici che esplorano le potenzialità del gelato come alimento nutraceutico. Questi eventi offrono una visione approfondita delle ricerche in corso e delle innovazioni che potrebbero rivoluzionare il modo in cui vediamo e consumiamo il gelato.

In conclusione, il gelato non è solo un piacere per il palato, ma può anche essere un alleato per la salute e il benessere. Partecipare a eventi e fiere del settore è un modo per rimanere aggiornati sulle ultime tendenze e scoprire nuove opportunità per integrare questo delizioso dessert nella nostra vita quotidiana.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 168

5 Comments

  1. Hurray, this is just the right information that I needed. You make me want to learn more! Stop by my page Webemail24 about Document Management Systems.

    Your comment is awaiting moderation.
  2. Sono un po’ scettico su questi ‘ingredienti miracolosi’. Preferisco godermi un buon gelato artigianale senza pensare troppo agli effetti sulla salute. I piaceri della vita sono anche questi!

  3. La fiera di Longarone sembra esser un’ottimo esempio di come la scienza possa incontrare il mondo del business. È importante esplorare nuove strade per migliorare la salute delle persone.

  4. Questi studi sono sicuramente interessanti, ma bisognerebbe vedere quanti gelati bisognerebbe mangiare per ottenere reali benefici. Non possiamo rischiare di esagerare con le calorie!

  5. Sono d’accordo con l’articolo, il gelato può davvero avere effetti benefici! Non dimentichiamo che la serotonina è il ‘neurotransmettitore della felicità’ e un gelato può far bene al nostro umore.

  6. Ma veramente credete che un gelato possa migliorare la salute? Mi sembra solo una trovata pubblicitaria per vendere più gelati!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *