Perché la Fiera di San Giovanni in Val Bisagno è l’evento da non perdere quest’estate?

Scopri le attività imperdibili e le modifiche alla viabilità per la Fiera di San Giovanni in Val Bisagno, un evento che anima Genova con stand gastronomici, musica dal vivo e molto altro.

Share your love

  • La fiera si terrà domenica 23 giugno 2024 dalle 8:00 alle 20:30 in diverse vie di Genova.
  • Partecipazione di numerosi stand gastronomici, bancarelle di mercato, negozi aperti e musica dal vivo.
  • Modifiche alla viabilità dalle 7:00 alle 23:00: divieto di sosta e transito veicolare in molte strade.

La Fiera di San Giovanni in Val Bisagno, organizzata dal Civ di Via Canevari, è un appuntamento annuale che celebra il santo patrono della città di Genova. Quest’anno, la manifestazione si terrà domenica 23 giugno 2024, dalle ore 8:00 alle 20:30, e promette di animare la città con una serie di eventi e attività per tutte le età.

L’evento, che si svolgerà nelle strade di via Canevari, via Bobbio, via Ponterotto, piazza Artoria, Area ex Bocciardo, largo Autieri, via Vinelli, via di Pontenuovo, piazza del Canto, viale Ansaldo, viale Varni, via dei Greti e via Orfani, vedrà la partecipazione di numerosi stand gastronomici, bancarelle di mercato, negozi aperti e musica dal vivo. La fiera sarà un’occasione per i commercianti locali di esporre i loro prodotti e per i visitatori di godere di una giornata all’insegna del divertimento e della convivialità.

Un Programma Ricco di Attività

La giornata inizierà con l’apertura delle bancarelle e degli stand gastronomici, dove sarà possibile degustare cibi e bevande tipiche della tradizione locale. La musica dal vivo accompagnerà i visitatori lungo tutto il percorso della fiera, creando un’atmosfera festosa e coinvolgente. Piazza Romagnosi sarà il centro delle attività per i più piccoli, con animazione e giochi gonfiabili gratuiti.

L’evento è sostenuto dai commercianti della zona, che terranno aperti i loro negozi per tutta la durata della fiera, offrendo ai visitatori l’opportunità di fare shopping e scoprire le eccellenze locali. La manifestazione coinvolgerà anche le aree tra Brignole e Marassi, rendendo l’intera zona un grande spazio di festa e aggregazione.

Modifiche alla Viabilità

Per garantire lo svolgimento in sicurezza della Fiera di San Giovanni, saranno apportate alcune modifiche alla viabilità. Dalle ore 7:00 alle 23:00 di domenica 23 giugno, sarà istituito il divieto di sosta e di transito veicolare in diverse strade, tra cui via Canevari, via del Pontenuovo, via Ponterotto, via Vinelli, Largo Autieri, piazza Del Canto, viale Ansaldo, piazza Artoria, viale Varni, via dei Greti, via Orfani e il Parcheggio ex Bocciardo. La linea Amt 13 modificherà il suo percorso, transitando per ponte Campanella, corso De Stefanis, corso Sardegna, piazza Giusti, ponte Castefidardo e via Canevari, per poi riprendere il percorso regolare in direzione Prato.

La Notte di San Giovanni: Tradizione e Modernità

La vigilia di San Giovanni, il 23 giugno, sarà caratterizzata da una serie di eventi che culmineranno con l’accensione del tradizionale falò in piazza Matteotti. La serata inizierà alle 20:15 con il ritrovo dei partecipanti al Ghost Tour, una visita guidata alla scoperta dei misteri del centro storico genovese. Il tour, che prevede 12 tappe di animazione storico-leggendaria, sarà un’occasione unica per conoscere le storie nascoste della città, accompagnati da figuranti in costume, teatranti, danzatrici e mangiafuoco.

Alle 22:15, in piazza Matteotti, inizierà il concerto di Paolo Jannacci, musicista e cantautore figlio di Enzo Jannacci, che offrirà un’esperienza musicale coinvolgente per tutti gli amanti della musica italiana. Alle 23:45, l’accensione del falò di San Giovanni segnerà l’inizio ufficiale dell’estate, seguito dal concerto della Dune Mosse – Zucchero Tribute Band, che farà rivivere le celebri canzoni di Zucchero in un viaggio musicale tra blues, funky e pop.

I Nostri Consigli

Per chi desidera vivere un’esperienza unica e coinvolgente, la Fiera di San Giovanni in Val Bisagno è un evento imperdibile. Consigliamo di partecipare alle attività proposte, di assaporare le specialità gastronomiche locali e di lasciarsi trasportare dalla musica e dall’atmosfera festosa della fiera. Per i partecipanti occasionali, il Ghost Tour e il concerto di Paolo Jannacci sono due momenti da non perdere, che uniscono tradizione e modernità in un’esperienza unica.

Per gli appassionati di eventi culturali e storici, la processione con la Cassa Argentea del XVI secolo e l’esposizione dei crocifissi processionali delle confraternite nella Cattedrale di San Lorenzo rappresentano un’occasione unica per scoprire la ricchezza della storia e dell’arte genovese. La mostra fotografica “Anime e volti delle confraternite” a Palazzo Tursi e l’esposizione delle casse processionali all’oratorio di San Filippo Neri sono altre tappe imperdibili per chi desidera approfondire la conoscenza delle tradizioni locali.

In conclusione, la Fiera di San Giovanni in Val Bisagno è un evento che celebra la tradizione e la comunità, offrendo momenti di divertimento, cultura e condivisione. Che siate visitatori occasionali o appassionati di storia e cultura, troverete sicuramente qualcosa che vi affascinerà e vi farà sentire parte di questa meravigliosa festa. Buona partecipazione e buona estate!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 173

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *