Come i contratti di fiume stanno trasformando l’Emilia-Romagna?

Scopri il percorso formativo 'TrasFormAzioni' e come i contratti di fiume stanno rivoluzionando la gestione delle risorse idriche in Emilia-Romagna.

Share your love

  • Secondo webinar interattivo il 2 luglio 2024, dalle 10:00 alle 13:00.
  • 70-100 partecipanti tra amministratori, funzionari pubblici e rappresentanti di enti del terzo settore.
  • Presentazione di casi di studio e esperienze pratiche di gestione dei contratti di fiume in Emilia-Romagna.

Il 2 luglio 2024, dalle ore 10:00 alle 13:00, si terrà il secondo webinar interattivo dedicato ai Contratti di Fiume, un evento cruciale nel contesto del piano triennale formativo “TrasFormAzioni” per la partecipazione 2022-2024. Questo incontro, parte di una serie di tre webinar, si focalizzerà sull’illustrazione di casi di studio, elementi di progettazione, gestione e partecipazione.

Il corso, intitolato “Modalità di partecipazione per Contratti di Fiume”, ha l’obiettivo di approfondire il tema della partecipazione e di armonizzare la pratica dei Contratti di Fiume in Emilia-Romagna. La proposta formativa si concentra sulle tecniche e metodologie per una partecipazione efficace, essenziale per la costruzione di comunità fluviali resilienti.

Programma del Webinar del 2 Luglio

Il programma del webinar del 2 luglio prevede un’apertura con la ripresa degli obiettivi da parte di Maria Rita Fiasco dello Studio Saperessere, seguita da interventi di esperti della Regione Emilia-Romagna come Micaela Deriu, Vittoria Montaletti e Camilla Iuzzolino. Questi interventi tratteranno delle esperienze dei Contratti di Fiume in Emilia-Romagna e di come queste esperienze possano diventare indirizzi operativi.

Serena Groppelli, Assessore alle politiche ambientali del Comune di Piacenza, presenterà il caso del Contratto di Fiume della Media Valle del Po, mentre Cinzia Zugolaro di Studio Sferalab, esperta in gestione dei Contratti di Fiume e project manager EU, illustrerà il progetto EAU Concert. La sessione si concluderà con lavori di sottogruppo e una sintesi finale curata da Maria Rita Fiasco.

Il Percorso Formativo

Il percorso formativo, parte del piano triennale “TrasFormAzioni”, è stato progettato per migliorare e sviluppare tecniche e metodi per il dialogo, il confronto e lo scambio di esperienze. Questo corso specifico sui Contratti di Fiume è rivolto a un gruppo di 70-100 partecipanti, tra cui amministratori, funzionari della pubblica amministrazione, organizzazioni pubbliche e rappresentanti di enti del terzo settore iscritti alla Comunità di pratiche partecipative regionale.

Il primo incontro, tenutosi il 25 giugno 2024, ha introdotto le novità normative e l’inquadramento dei Contratti di Fiume a livello nazionale e regionale. L’ultimo webinar, previsto per il 9 luglio 2024, si concentrerà sulla valutazione, condivisione e capitalizzazione degli esiti e risultati del percorso partecipativo.

Importanza dei Contratti di Fiume

I Contratti di Fiume sono accordi volontari tra soggetti pubblici e privati per il miglioramento e la valorizzazione dei corsi d’acqua e dei territori connessi. Le direttive europee “Acque” (2000/60/CE) e “Alluvioni” (2007/60/CE), insieme al D.Lgs 152/2006 sulla pianificazione regionale delle acque, riconoscono i Contratti di Fiume come strumenti di programmazione negoziata e partecipata, finalizzati alla tutela e gestione delle risorse idriche, alla salvaguardia dal rischio idraulico e alla valorizzazione dei territori fluviali per uno sviluppo locale sostenibile e integrato.

I nostri consigli

Partecipare a eventi come questi webinar sui Contratti di Fiume è fondamentale per chiunque sia interessato alla gestione sostenibile delle risorse idriche e alla partecipazione attiva nelle decisioni territoriali. Per chi è nuovo a questi temi, consigliamo di prendere parte a eventi pubblici sul campo, come le visite guidate de “I Cantieri dell’Acqua”, che offrono un’opportunità unica di vedere in pratica le tecniche di gestione sostenibile.

Per gli appassionati e professionisti del settore, suggeriamo di seguire i cicli di webinar organizzati dal 2020, che forniscono una formazione tecnica e divulgativa approfondita. Questi eventi non solo contribuiscono alla consapevolezza riguardo alla gestione sostenibile del territorio, ma sono anche fondamentali per un cambio culturale che riconosca il fiume come un elemento identitario prezioso per la comunità.

In conclusione, partecipare a questi corsi e webinar non solo arricchisce le proprie competenze, ma favorisce anche la costruzione di una visione condivisa e integrata per la gestione delle risorse idriche, promuovendo una cultura della partecipazione e della sostenibilità.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 174

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *