Come migliorare la gestione della classe: scopri il webinar ‘Insegnare soddisfatti’

Scopri le strategie per affrontare le sfide quotidiane dell'insegnamento e migliorare il benessere scolastico con il corso 'Insegnare soddisfatti' a cura di Daniela Fedi, in programma dal 9 luglio.

Share your love

  • Comportamento dispersivo degli allievi e capacità attentive contenute sono due delle principali sfide per gli insegnanti.
  • Il corso 'Insegnare soddisfatti' inizierà il 9 luglio e offrirà strategie pratiche per migliorare la gestione della classe.
  • Il corso di preparazione al concorso per dirigenti scolastici è di 30 ore e suddiviso in 8 moduli.

Il mestiere del docente è sempre stato impegnativo, ma oggi lo è ancora di più. Due ostacoli principali stanno diventando sempre più ingombranti: il comportamento dispersivo degli allievi e le capacità attentive contenute. Le classi, specialmente quelle numerose, sono organismi difficili da gestire. La situazione varia da una scuola all’altra, in base al livello socio-economico di origine, al contesto territoriale, al settore o indirizzo della scuola, all’età degli allievi e alla complessità della classe.

Un gruppo di adolescenti può presentare un rischio elevato di delusione, spossatezza e demotivazione per il docente. Ogni anno, questa situazione sembra peggiorare. Tuttavia, costruire benessere a scuola è un’opera ambiziosa ma possibile. È essenziale presidiare la salute e il benessere psicofisico. Solo un insegnante con un buon equilibrio emotivo e idee chiare su come gestire la classe può affrontare il lavoro con successo e ottenere soddisfazione dal proprio ruolo.

Il ruolo dell’insegnante è spesso caratterizzato da uno scarso riconoscimento sociale ed economico. È necessario imparare a ottenere gratificazione dal proprio lavoro, impegnandosi secondo scienza e coscienza, dando il meglio per gli allievi e evitando spossatezza ed emorragie emotive.

Webinar e corsi di formazione

Su questi argomenti si basa il corso “Insegnare soddisfatti”, in programma dal 9 luglio, a cura di Daniela Fedi. Durante il corso si parlerà di numerosi aspetti per insegnare con soddisfazione, interagendo e confrontandosi su casi pratici reali e discutendo le soluzioni migliori. Le lezioni, sia teoriche che pratiche, illustreranno comportamenti da evitare e da mettere in campo, secondo le recenti indicazioni della dottrina.

La consapevolezza che i risultati dipendono da un’originale alchimia di elementi sotto controllo e altri su cui si può incidere per migliorare è fondamentale. Preparati con La Tecnica della Scuola, che organizza webinar, percorsi e-learning, certificazioni e corsi per scuole. Tra questi, il corso di preparazione al concorso per dirigenti scolastici di 30 ore, suddiviso in 8 moduli, è destinato a docenti, aspiranti dirigenti e dirigenti in servizio.

Innovazione e benessere a scuola

La scuola orientata al benessere degli studenti prevede un orientamento integrato e pratiche di governance partecipate. Tra le iniziative proposte, ci sono mini-siti per costruire giornalini digitali, la gestione della negatività in classe e percorsi di mindfulness a scuola. Questi strumenti sono fondamentali per affrontare la prova scritta del concorso per dirigente scolastico e per migliorare la didattica nella scuola primaria.

Gli ambienti di apprendimento innovativi stimolano la creatività e l’interesse degli studenti. Utilizzando tecnologie avanzate e spazi flessibili, si promuove la collaborazione, il pensiero critico e una didattica coinvolgente ed efficace. Adottare una didattica di questo tipo permette di affrontare i problemi di apprendimento in modo più efficace.

Il valore della voce nell’insegnamento

La voce è uno strumento fondamentale per i docenti, influenzando la qualità dell’insegnamento, l’efficacia nella gestione della classe e il benessere personale del docente. Investire nella formazione e nella cura della voce è essenziale per chiunque abbia il compito di educare, formare o curare.

La chiarezza della comunicazione è cruciale: una buona articolazione permette agli studenti di comprendere chiaramente parole e concetti. Il volume adeguato è necessario affinché tutti gli studenti, anche quelli nelle ultime file, possano ascoltare l’insegnante. Parlare a una velocità appropriata aiuta gli studenti a seguire e assimilare le informazioni.

Il coinvolgimento e la motivazione degli studenti possono essere influenzati dal tono e dall’intonazione della voce. Variare il tono e l’intonazione mantiene l’attenzione degli studenti e rende le lezioni più interessanti. Esprimere entusiasmo attraverso la voce può motivare gli studenti e rendere le lezioni più coinvolgenti.

I nostri consigli

Per chi è interessato a migliorare la gestione della classe e il benessere scolastico, consigliamo di partecipare al webinar “Insegnare soddisfatti” in programma dal 9 luglio. Questo evento è particolarmente utile per i docenti che desiderano interagire e confrontarsi su casi pratici reali e discutere le soluzioni migliori.

Per gli appassionati di innovazione didattica, suggeriamo di esplorare i corsi sulla creazione di ambienti di apprendimento innovativi. Questi corsi offrono strategie per creare ambienti di apprendimento accoglienti ed efficaci, utilizzando tecnologie avanzate e spazi flessibili.

Infine, per chi desidera approfondire l’importanza della voce nell’insegnamento, il corso “L’importanza della voce nell’insegnamento” in programma dal 3 luglio è un’ottima opportunità per migliorare le proprie competenze comunicative e rendere le lezioni più coinvolgenti.

Ricordate, la qualità delle relazioni e il benessere scolastico sono fondamentali per il successo educativo. Investire nella propria formazione e nel miglioramento delle proprie competenze può fare la differenza nella vita di un insegnante e dei suoi studenti. Buona fortuna nel vostro percorso di crescita professionale!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 170

One comment

  1. Il mestiere del docente è davvero una sfida. Conosco insegnanti che si sentono completamente sopraffatti! Speriamo che i webinar possano davvero fare la differenza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *