Corsi online gratuiti del Politecnico di Milano: 10 anni di successi

Scopri come il Politecnico di Milano ha rivoluzionato la formazione online con 121 Moocs gratuiti in una decade, migliorando le competenze di migliaia di persone.

Share your love

  • Oltre 121 Moocs offerti dal Politecnico di Milano, coprendo materie come sostenibilità e STEM.
  • Il portale ha visto più di 177mila iscrizioni, con 108mila persone esterne partecipanti.
  • I video dei corsi hanno totalizzato 18 milioni di visualizzazioni su YouTube.

I corsi online gratuiti e aperti a tutti del Politecnico di Milano compiono dieci anni. Una decade che ha visto il raggiungimento di diversi traguardi, testimoniati dalle centinaia di migliaia di persone che hanno avuto accesso al primo portale POK – Polimi Open Knowledge del Politecnico di Milano. Oggi sono 121 i Moocs (massive online open courses) messi a disposizione, che spaziano dalla divulgazione scientifica alla sostenibilità, con particolare attenzione alle materie STEM.

Questi corsi si rivolgono a un pubblico vasto e coprono diverse esigenze: dal supporto per studenti nelle varie fasi della carriera, all’implementazione delle competenze professionali per i lavoratori, fino alla creazione di una cittadinanza più istruita e consapevole. La promotrice dei Moocs, la rettrice del Politecnico di Milano Donatella Sciuto, ha dichiarato: “L’idea nasce dieci anni fa, dall’esempio di piattaforme americane, per dare maggiori competenze alle persone per l’autoformazione e diventare un punto di riferimento scientifico. Siamo partiti da due Moocs, matematica e fisica, per migliorare i risultati del test di ammissione a ingegneria, che variavano in base alle scuole di provenienza. Volevamo dare più materiale ai ragazzi per prepararsi”.

Un’Offerta Formativa in Continua Espansione

L’idea iniziale si è espansa verso altre direzioni, includendo corsi che guardano all’internazionalizzazione delle lauree magistrali e a tematiche vicine ai cittadini comuni, come per esempio quello sulla finanza. “L’educazione finanziaria in Italia è scarsa e molti altri corsi sono stati aggiunti”, ha affermato Sciuto. I corsi gratuiti e aperti a tutti rappresentano una missione per il Politecnico, ma anche un costo. “I corsi sono realizzati dai docenti spesso volontariamente, altre volte su nostra indicazione. È chiaro che per noi questo ha un costo, diventa necessario: mantenere la piattaforma, sviluppare gli strumenti, gestire la registrazione e la post-produzione dei corsi. Lo vediamo come una missione, ci impegniamo nella divulgazione scientifica per diverse categorie di persone”.

Il numero di cittadini che ha interagito con la piattaforma del Politecnico in questi dieci anni è aumentato notevolmente. Il portale ha visto oltre 177mila iscrizioni, di cui 108mila da persone esterne. Le registrazioni ai corsi, in totale, sono state 323mila, e coloro che hanno completato l’intero percorso e ricevuto l’attestato sono stati 89mila. “Riceviamo critiche e ringraziamenti per il materiale prodotto e messo a disposizione. I video, che si possono trovare anche su YouTube, hanno totalizzato 18 milioni di visualizzazioni, un risultato che ci gratifica. Lo facciamo perché è fondamentale avere un’informazione scientifica valida”.

I Corsi Più Gettonati e le Nuove Proposte

Ma quali sono i corsi più gettonati? Quello sulla diversity è tra i più scelti, insieme a quelli relativi all’intelligenza artificiale, temi attuali e di grande interesse. Restano anche molto seguiti i corsi per studenti che vogliono iscriversi a ingegneria per prepararsi al test. Il Politecnico non si occupa solamente di realizzare questi contenuti, ma ha in ballo un’interessante programmazione a riguardo. “Stiamo continuando a lavorare su questo solco e proseguiremo a sviluppare corsi nell’area della sostenibilità e dell’AI, due temi importanti su cui l’informazione scientifica è necessaria”.

Se il lavoro all’interno della piattaforma rimane questo, per il futuro l’obiettivo sarà di diffonderlo maggiormente alle persone che arrivano sul nostro sito per sbaglio. Lo scopo per il futuro sarà di far conoscere maggiormente questa realtà, chiamata Polimi Open Knowledge, che è gratuita e aperta a tutti. Oltre a questo, proseguiremo nell’ottica di utilizzare questa tipologia di strumenti anche all’interno dei nostri corsi. Gli obiettivi si uniscono al fine ultimo del progetto, riassunto nello slogan “Moocs to bridge the gaps”. “Bisogna combattere la cattiva informazione scientifica, spesso diventa necessario dare fatti scientifici comprensibili al pubblico che non ha necessariamente studiato ingegneria o design. Questo era il nostro punto di partenza e oggi diventa più verso la società, le tecnologie stanno diventando fondamentali e necessario per combattere le grandi sfide sociali e ambientali avere un’informazione corretta. È il nostro modo per raggiungere un pubblico più ampio rispetto a quello che normalmente raggiungiamo”.

Collaborazioni e Iniziative Internazionali

Il Politecnico di Milano non è l’unico attore nel panorama della formazione online gratuita. Molte altre realtà, sia accademiche che aziendali, stanno contribuendo a colmare il gap di competenze, in particolare digitali. Ad esempio, Cisco Italia ha creato il programma sulla formazione delle digital skills attraverso la Cisco Networking Academy, che nel 2017 ha formato 45mila studenti. Fastweb Digital Academy, invece, offre corsi intensivi per la formazione specialistica di nuove professioni digitali, con aree formative disponibili come Digital Design & Making, Digital Development e Digital Marketing & Communication.

Anche Google, con il programma “Eccellenze in digitale”, organizza percorsi di formazione online per sviluppare competenze digitali, mentre Microsoft Virtual Academy offre live events e corsi di formazione gratuiti online su IT, sviluppo e scienza dei dati. Il MIT, attraverso il portale OpenCourseWare, mette a disposizione materiale virtuale su tutti i corsi dell’università, accessibile a chiunque.

I Nostri Consigli

Se sei interessato a esplorare il mondo dei corsi online gratuiti, ti consigliamo di partecipare a uno dei webinar organizzati dal Politecnico di Milano. Questi eventi sono ideali per chi desidera avere un primo contatto con le tematiche trattate nei Moocs e comprendere meglio come sfruttare al massimo le risorse offerte dalla piattaforma Polimi Open Knowledge.

Per gli appassionati di tecnologia e innovazione, suggeriamo di seguire anche i corsi offerti dalla Cisco Networking Academy o dalla Fastweb Digital Academy. Questi programmi formativi sono pensati per chi vuole approfondire le proprie competenze digitali e prepararsi al meglio per le sfide del mondo del lavoro moderno.

In conclusione, la formazione online gratuita rappresenta una straordinaria opportunità per tutti, indipendentemente dall’età o dal background professionale. Sfruttare queste risorse può aprire nuove porte e offrire strumenti preziosi per affrontare le sfide del futuro con maggiore consapevolezza e competenza. Buona formazione!


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 171

One comment

  1. È veramente incredibile vedere come il Politecnico di Milano si sia dedicato alla formazione online gratuita per così lungo tempo. In un’epoca in cui l’istruzione è spesso costosa, questi corsi sono una risorsa preziosa per tutti. Bravo Polimi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *