Come ha attratto 220mila persone il villaggio Coldiretti a Venezia?

Scopri come il villaggio Coldiretti ha registrato un'affluenza record e le iniziative che hanno animato Venezia, tra sostenibilità, innovazione e polemiche.

Share your love

  • Il villaggio Coldiretti ha registrato circa 220mila presenze in tre giorni.
  • Oltre 200 stand dedicati a mercato agricolo, street food e laboratori.
  • Donazione di 1.5 tonnellate di prodotti tipici alle famiglie in difficoltà.

Il “Villaggio Coldiretti” a Venezia ha registrato circa 220mila presenze durante i tre giorni dell’evento, tenutosi tra Riva Sette Martiri e i Giardini Napoleonici. Questo bilancio, stimato dalla Coldiretti, testimonia il grande interesse suscitato dalla kermesse contadina, che ha portato nella città lagunare oltre 200 stand dedicati al mercato degli agricoltori, street food, agriasilo, animali della fattoria, orti, fattorie didattiche, agrichef e laboratori.

Il presidente di Coldiretti, Ettore Prandini, ha dichiarato che il Villaggio di Venezia è stata una grande occasione per conoscere la biodiversità e la sostenibilità dell’agricoltura italiana veneta, un modello di distintività e qualità del made in Italy agroalimentare, nonché lo spirito imprenditoriale dei giovani agricoltori e le frontiere dell’innovazione.

Un Evento di Grande Rilevanza

Il Villaggio Coldiretti ha ospitato le finali nazionali dell’Oscar Green, un premio dedicato alle imprese agricole giovani che si sono distinte per l’autosufficienza alimentare ed energetica e per la sostenibilità delle produzioni. Inoltre, è stato dato spazio al nuovo censimento dei Sigilli di Campagna Amica, prodotti salvati dall’estinzione grazie all’impegno degli agricoltori italiani, veri e propri motori turistici.

Un focus particolare è stato dedicato ai danni causati dal granchio blu, una specie invasiva che sta devastando le produzioni ittiche lungo le coste italiane, con una situazione particolarmente grave in Veneto.

Solidarietà e Inclusione

La Fondazione Campagna Amica ha donato una tonnellata e mezza di prodotti tipici di alta qualità, come pasta, frutta, verdura, olio extravergine, carne, pesce, salumi e formaggi, raccolti nel mercato del villaggio grazie all’iniziativa di solidarietà “Spesa Sospesa”. I pacchi sono stati distribuiti alle famiglie in difficoltà attraverso la parrocchia di Sant’Elena e associazioni come Dona la Spesa, Casa Famiglia, Anfas, Caritas Lido ed Emporio della Solidarietà.

Il Patriarca di Venezia, Monsignor Francesco Moraglia, ha officiato una celebrazione domenicale, mentre centinaia di bambini hanno partecipato alle attività didattiche nell’agriasilo delle donne Coldiretti, imparando a impastare il pane, zappettare l’orto e comprendere l’importanza di mangiare sano e fare sport.

Proteste e Polemiche

Nonostante il successo dell’evento, il Villaggio Coldiretti ha suscitato proteste da parte dei residenti, che hanno lamentato disagi e danni alla città. Coldiretti ha chiesto scusa per i disagi e ha assicurato che i danni, come i sanpietrini e i masegni, saranno ripristinati. Le proteste hanno visto la partecipazione di comitati e associazioni locali, che hanno criticato la pressione esercitata dall’evento su una città fragile come Venezia.

I nostri consigli

Se siete stati affascinati dal Villaggio Coldiretti e desiderate approfondire ulteriormente il tema dell’agricoltura sostenibile e della biodiversità, vi consigliamo di partecipare al prossimo Salone del Gusto organizzato da Slow Food, un evento che si tiene ogni due anni a Torino e che offre un’ampia panoramica sulle eccellenze agroalimentari italiane e internazionali.

Per gli appassionati di agricoltura e innovazione, un evento imperdibile è l’EIMA International, la fiera internazionale delle macchine per l’agricoltura e il giardinaggio che si tiene a Bologna. Qui potrete scoprire le ultime novità in termini di tecnologie agricole e incontrare esperti del settore.

Partecipare a questi eventi non solo arricchirà le vostre conoscenze, ma vi permetterà anche di riflettere sull’importanza di sostenere modelli alimentari sani e sostenibili, contribuendo così alla tutela del nostro patrimonio agroalimentare e alla salvaguardia dell’ambiente.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 171

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *