Cosa rende unica l’edizione 106 di Pitti Uomo?

Scopri come Pitti Uomo 2024 ha attratto compratori internazionali e ha messo in luce collezioni innovative e sostenibili

Share your love

  • 790 espositori presenti, di cui il 43% dall'estero.
  • Aumento dell'export del 6,5% nel 2023, raggiungendo i 9,5 miliardi di euro.
  • Premio Pitti Uomo 2024 al marchio Ecoalf per la sostenibilità.

L’edizione 106 di Pitti Uomo, tenutasi a Firenze dall’11 al 14 giugno 2024, si è distinta per la sua capacità di attrarre un ampio numero di espositori e compratori internazionali, consolidando la sua posizione come uno degli eventi più importanti nel settore della moda maschile. Con 790 espositori, di cui il 43% provenienti dall’estero, la manifestazione ha offerto una vetrina unica per le collezioni primavera-estate 2025.

Antonio De Matteis, presidente di Pitti Immagine, ha sottolineato l’importanza di questa edizione, definendola “un grande Pitti”, grazie alla confermata presenza di numerosi buyer asiatici e americani. Tra i compratori asiatici, si è registrata una predominanza di coreani e giapponesi, con un premio alla carriera conferito a Hirofumi Kurino, creative advisor del gruppo retail giapponese United Arrows. Anche i compratori americani e neozelandesi hanno partecipato in gran numero, insieme a quelli provenienti da Francia e Germania, mercati chiave per la moda italiana.

Il Tema Pitti Lemon e le Sfide del Settore

Il tema di questa edizione, Pitti Lemon, ha colorato la Fortezza da Basso di un vivace giallo-limone, in omaggio al Tour de France che partirà da Firenze il 29 giugno. Questo tema ha permeato gli allestimenti curati dall’architetto Alessandro Moradei e ha ispirato una serie di eventi e installazioni, tra cui la presentazione della collezione uomo di Plan C da parte di Carolina Castiglioni.

La moda maschile sta attraversando un periodo complesso, influenzato da fattori come l’inflazione, l’aumento dei tassi di interesse e l’incertezza geopolitica. Tuttavia, l’industria ha mostrato una notevole capacità di resilienza, con un aumento dell’export del 6,5% nel 2023, raggiungendo i 9,5 miliardi di euro. La Francia si conferma il primo mercato di sbocco, seguita da Germania e Stati Uniti, mentre la Cina ha registrato una crescita significativa nonostante le difficoltà economiche.

Innovazione e Sostenibilità al Centro dell’Evento

Tra i protagonisti di Pitti Uomo, il marchio spagnolo Ecoalf ha ricevuto il premio Pitti Uomo 2024 per il suo impegno nella sostenibilità. Fondato nel 2009 da Javier Goyeneche, Ecoalf produce oltre 600 tessuti riciclati al 100%, molti dei quali derivano dal programma Upcycling the Oceans. Con negozi in città come Madrid, Parigi, Milano e Tokyo, il brand si prepara a sbarcare negli Stati Uniti, con l’obiettivo di raggiungere un fatturato di 150 milioni di euro entro il 2027.

Anche il marchio TRC, nato dalla collaborazione tra Candiani e Grassi, ha fatto il suo debutto a Pitti Uomo, distinguendosi per la sua proposta no-season basata sulla funzionalità e la sostenibilità. La collezione di TRC unisce l’heritage del workwear con tessuti denim innovativi e tecnologie sostenibili.

Ritorni Eccellenti e Nuovi Debutti

L’edizione 106 di Pitti Uomo ha visto il ritorno di stilisti di fama internazionale come Paul Smith, che ha presentato la sua collezione uomo per la primavera/estate 2025 a Villa Favard. Smith, uno dei primi stilisti invitati a Pitti nel 1993, ha descritto l’evento come una “meravigliosa opportunità per dare risalto ai capi belli e concreti”.

Tra i nuovi debutti, si è distinto il marchio Plan C di Carolina Castiglioni, che ha presentato una linea genderless che combina elementi classici e hi-tech. Anche il progetto BeCycle, dedicato alla bicicletta come mezzo sportivo e lifestyle, ha fatto il suo debutto alla Stazione Leopolda, in concomitanza con la partenza del Tour de France da Firenze.

I nostri consigli

Per chi è interessato a partecipare a eventi simili, consigliamo di non perdere la prossima edizione di Pitti Bimbo, dedicata alla moda per bambini, che si terrà dal 19 al 21 giugno 2024. Questo evento offre un’opportunità unica per scoprire le ultime tendenze nel settore della moda infantile e per incontrare buyer e designer da tutto il mondo.

Per gli appassionati di moda maschile, suggeriamo di seguire il nuovo salone BeCycle, che si terrà dal 26 al 28 giugno 2024 alla Stazione Leopolda. Questo evento, dedicato alla bicicletta come mezzo sportivo e lifestyle, promette di diventare una fiera annuale stabile, offrendo una piattaforma per esplorare le ultime innovazioni nel settore del ciclismo.

In conclusione, Pitti Uomo continua a rappresentare un punto di riferimento imprescindibile per la moda maschile, offrendo una vetrina internazionale per le nuove collezioni e un’occasione unica per fare networking e scoprire le ultime tendenze. La resilienza e l’innovazione dimostrate dagli espositori e dai partecipanti a questa edizione sono un segno positivo per il futuro del settore.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 173

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *