Webinar Poste Italiane: scopri l’evoluzione degli hacker dal cyberpunk all’intelligenza artificiale

Unisciti al webinar gratuito di Poste Italiane il 12 giugno per esplorare il viaggio degli hacker dal cyberpunk alle moderne sfide dell'Intelligenza Artificiale con Nicola Sotira.

Share your love

  • Data: 12 giugno alle ore 17
  • Relatore: Nicola Sotira, responsabile del CERT di Poste Italiane
  • Focus: evoluzione degli hacker dal genere cyberpunk all'intelligenza artificiale

Continuano in Molise i webinar di Poste Italiane sull’Educazione Digitale, eventi gratuiti dedicati a favorire la consapevolezza e le conoscenze dei cittadini su tematiche di grande attualità. Mercoledì 12 giugno alle ore 17 si svolgerà la sessione “Gli hacker: dal cyberpunk all’Intelligenza Artificiale”. Nicola Sotira, responsabile del CERT, Centro per la cyber security in Poste Italiane, racconterà il mondo dell’hacking, dalla nascita del genere narrativo e movimento cyberpunk all’influenza sugli sviluppi software, fino alle moderne sfide poste dall’intelligenza artificiale.

Per partecipare al webinar, è necessario collegarsi al link dell’evento e formulare domande e osservazioni via chat al relatore.

Le origini del genere cyberpunk

Le origini del genere letterario cyberpunk possono essere rintracciate negli anni ’60 negli Stati Uniti, attraverso opere che rielaboravano in modo fantastico e avveniristico le conquiste scientifiche. Questo genere narra di cyberspazio, mondi distopici governati da intelligenze artificiali e strumenti cibernetici. Importanti precursori del genere sono J. C. Ballard e Philip K. Dick, autore del celebre romanzo “Ma gli androidi sognano pecore elettriche?”, che ha ispirato il film cult “Blade Runner”.

Il genere narrativo cyberpunk è diventato popolare negli anni ’80 negli Stati Uniti. La definizione stessa di “cyberpunk” è stata coniata da Bruce Bethke nel titolo del suo racconto “Cyberpunk”, pubblicato nel 1983. Tra gli esponenti più noti del filone cyberpunk degli anni ’80 ci sono William Gibson e Neal Stephenson, quest’ultimo noto per aver introdotto il termine “Metaverso” nel suo romanzo “Snow Crash”.

Il progetto di Educazione Digitale di Poste Italiane

Il progetto di Educazione Digitale della Corporate University di Poste Italiane propone di fornire agli utenti una panoramica tra le innovazioni tecnologiche digitali, attraverso webinar gratuiti e contenuti multimediali disponibili nella sezione web dedicata. Tra i materiali offerti ci sono podcast, giochi, infografiche e videopillole. Le attività possono essere seguite sui canali social LinkedIn, Facebook e Twitter di Poste Italiane attraverso l’hashtag #educazionedigitale e nella sezione storie di Instagram.

Questa iniziativa si inserisce nel programma di Poste Italiane per guidare i cittadini nello sviluppo delle conoscenze e competenze tra tecnologia e digitalizzazione. Con una vocazione di azienda socialmente responsabile, Poste Italiane aderisce ai principi internazionali ESG, promossi dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

I nostri consigli

Partecipare a eventi come il webinar “Gli hacker: dal cyberpunk all’Intelligenza Artificiale” è un’ottima occasione per approfondire tematiche di grande attualità e rilevanza. Per chi è interessato a esplorare ulteriormente il mondo della cyber security, consigliamo di seguire anche altri webinar e corsi online certificati offerti da istituzioni riconosciute.

Un evento correlato che potrebbe interessare i partecipanti occasionali è il “Digital Innovation Days”, un appuntamento annuale che si tiene in diverse città italiane e che offre una panoramica sulle ultime tendenze in ambito digitale. Per gli appassionati, invece, consigliamo di partecipare a conferenze come il “Black Hat Europe”, un evento di riferimento nel campo della sicurezza informatica.

In conclusione, riflettere sul ruolo della tecnologia nella nostra vita quotidiana e sulle implicazioni etiche e sociali delle innovazioni digitali può stimolare una maggiore consapevolezza e responsabilità nell’uso degli strumenti tecnologici. Partecipare a eventi formativi e informativi è un passo importante per diventare cittadini digitali più consapevoli e preparati.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 174

2 Comments

  1. Sì, ma avete mai notato che questi eventi sono spesso troppo teorici e poco pratici? Servirebbe più roba concreta, insomma esempi veri da gente che lavora sul campo.

  2. Wow, mi sembra un’iniziativa davvero interessante da parte di Poste Italiane! Finalmente qualcuno che cerca di educare i cittadini sulle nuove tecnologie. Bravi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *