Scopri come migliorare la tua voce per un insegnamento efficace

Esercizi vocali e webinar specializzati per docenti: impara a modulare il tono e prevenire disturbi vocali per catturare l'attenzione degli studenti.

Share your love

  • Chiarezza della comunicazione: Una buona articolazione permette agli studenti di comprendere chiaramente le parole e i concetti spiegati.
  • Volume: Un volume adeguato è necessario affinché tutti gli studenti, anche quelli nelle ultime file, possano ascoltare l’insegnante.
  • Prevenzione disturbi vocali: Gli insegnanti hanno il doppio delle probabilità rispetto ai non insegnanti di sviluppare disturbi vocali.
  • Webinar: Il corso "L’importanza della voce nell’insegnamento" in programma dal 3 luglio offre preparazione completa su come utilizzare la voce in modo efficace.

La cura della voce è un aspetto fondamentale per i docenti, che utilizzano costantemente questo strumento nel loro lavoro quotidiano. Una voce ben modulata e chiara facilita l’apprendimento e mantiene l’attenzione degli studenti. Esercizi vocali e periodi di riposo sono essenziali per prevenire affaticamenti e danni alle corde vocali.

La voce, con le sue sfumature di tono, velocità, volume e timbro, è un potente strumento emotivo capace di suscitare emozioni e richiamare ricordi. Chiunque abbia il compito di educare, formare o curare sa quanto siano importanti la voce e la parola come principali veicoli delle informazioni, dei sentimenti e delle rassicurazioni. Per gli insegnanti, l’ascolto della propria voce e di quella dei bambini è un atto fondamentale per la comprensione delle parole.

Le principali aree in cui la voce è importante per i docenti includono:
– *Chiarezza della comunicazione: Una buona articolazione permette agli studenti di comprendere chiaramente le parole e i concetti spiegati.
Volume: Un volume adeguato è necessario affinché tutti gli studenti, anche quelli nelle ultime file, possano ascoltare l’insegnante.
Velocità: Parlare a una velocità appropriata aiuta gli studenti a seguire e assimilare le informazioni.
Coinvolgimento e motivazione: Variare il tono e l’intonazione mantiene l’attenzione degli studenti e rende le lezioni più interessanti. Esprimere entusiasmo attraverso la voce può motivare gli studenti e rendere le lezioni coinvolgenti.
Gestione della classe: Una voce sicura e ferma può mantenere la disciplina e l’ordine in classe, mentre una voce calma e rassicurante può tranquillizzare gli studenti in situazioni di stress.

Webinar e corsi di formazione per docenti

Per aiutare i docenti a migliorare l’uso della loro voce, sono disponibili vari corsi di formazione e webinar. Ad esempio, il corso “L’importanza della voce nell’insegnamento”, in programma dal 3 luglio e curato da Daniela Pavan, offre una preparazione completa su come utilizzare la voce in modo efficace. Questo corso è organizzato da La Tecnica della Scuola, un ente di formazione accreditato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, che offre una vasta gamma di webinar, percorsi e-learning e certificazioni.

Un altro corso di rilievo è offerto da Scuolawebinar, che propone un corso di formazione di 10 ore asincrone, con 6 ore di videolezioni e materiale didattico online, oltre a 4 ore di autoformazione pratica. Questo corso insegna ai docenti a respirare col diaframma, utilizzare gli elementi espressivi della voce, articolare correttamente la pronuncia delle parole ed eliminare cantilene e intonazioni sbagliate.

Prevenzione dei disturbi vocali

Gli insegnanti hanno il doppio delle probabilità rispetto ai non insegnanti di sviluppare disturbi vocali. Questo è dovuto alla quantità di tempo che devono parlare ogni giorno e alla necessità di farsi udire in grandi e rumorose aule. Molti insegnanti tornano a casa rauchi e con difficoltà a usare la voce con le loro famiglie.

Le donne tra i 40 e i 55 anni sono particolarmente a rischio di sviluppare disturbi vocali, poiché hanno laringi più piccole e corde vocali che vibrano più rapidamente rispetto agli uomini. Inoltre, molti educatori possono alzare la voce per farsi ascoltare dagli studenti disobbedienti, aumentando il rischio di disfonie disfunzionali.

Per evitare disturbi vocali, è importante seguire alcuni consigli pratici:
1. Proteggi la voce: L’amplificazione è la soluzione migliore.
2.
Prendi pause: Periodi di riposo durante il giorno sono essenziali per dare una pausa alla voce.
3.
Smetti di urlare: Utilizza segnali non vocali per attirare l’attenzione degli studenti.
4.
Rimani idratato: Bevi molta acqua per mantenere le corde vocali idratate.
5.
Riduci il rumore di fondo: Minimizzare il rumore di fondo aiuta sia gli insegnanti che gli studenti.
6.
Rafforza l’autostima*: Lavorare sulla calma e la sicurezza può migliorare l’espressività vocale.

Mindfulness e meditazione a scuola

Incorporare la mindfulness e la meditazione a scuola può aiutare sia gli studenti che i docenti a ritagliarsi momenti di calma nella quotidianità frenetica. Brevi sessioni giornaliere di mindfulness migliorano la concentrazione, riducono lo stress e promuovono il benessere emotivo, creando un ambiente di apprendimento sereno e produttivo.

Un esercizio tipico della mindfulness è la “sitting meditation”, in cui si chiudono gli occhi e si presta attenzione alle sensazioni fisiche dei piedi, lasciando fluire i pensieri. Questo esercizio aiuta a ridurre le ansie scolastiche sia per i docenti che per gli studenti.

La mindfulness è particolarmente utile per i bambini con disturbi di apprendimento. Un percorso di mindfulness può aiutare i bambini a migliorare nelle prove cognitive e a restare focalizzati sul presente, ottenendo risultati migliori.

I nostri consigli

Per i partecipanti occasionali, consigliamo di partecipare al webinar “L’importanza della voce nell’insegnamento” curato da Daniela Pavan, in programma dal 3 luglio. Questo evento offre una panoramica completa su come utilizzare la voce in modo efficace e prevenire disturbi vocali.

Per gli appassionati del tema, suggeriamo di esplorare i percorsi di mindfulness a scuola, come quelli offerti da Marco Catania. Questi corsi non solo aiutano a migliorare il benessere emotivo degli studenti, ma offrono anche strumenti pratici per i docenti per gestire meglio lo stress e creare un ambiente di apprendimento più sereno.

In conclusione, la cura della voce e la mindfulness sono strumenti essenziali per i docenti. Investire in questi aspetti non solo migliora la qualità dell’insegnamento, ma contribuisce anche al benessere generale di tutta la comunità scolastica. Prendetevi cura della vostra voce e del vostro benessere emotivo: i benefici saranno evidenti sia per voi che per i vostri studenti.


Articolo e immagini generati dall’AI, senza interventi da parte dell’essere umano. Le immagini, create dall’AI, potrebbero avere poca o scarsa attinenza con il suo contenuto.(scopri di più)
Share your love
Redazione
Redazione
Articles: 174

One comment

  1. Interessante, ma davvero necessario? I docenti non potrebbero semplicemente alzare la voce e risolvere tutto? 🙄

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *